G.A.S.- Dialoghi tra istituzioni e operatori

GAS- Generare Arte Sociale

 

Roma – Dal 14 al 18 Settembre, una settimana dedicata al Teatro e all’arte nel sociale

 

G.A.S. (Generare arte Sociale) –L’Arte e la Cultura al servizio del Sociale

Con il patrocinio di Regione Lazio, C.N.R., I.N.P.S., U.N.A.R., Ambasciate di Spagna e del Portogallo

Mediapartner: Redattore Sociale

Dialoghi tra associazioni, istituzioni, professionisti

14 – 18 settembre ore 18.00 Teatro San Carlino (Villa Borghese) – ingresso gratuito previa prenotazione all’indirizzo e-mail gas@teatrocivile.it

 

G.A.S.- Generare Arte Sociale è un’iniziativa autonoma, voluta da “Oltre le Parole o.n.l.u.s.” e “Dire Fare Cambiare”, che intende mettere in connessione e dialogo le realtà di Arte e Teatro nel Sociale, le Istituzioni e i professionisti del settore, allo scopo di utilizzare le Arti come mezzo di aggregazione culturale, espressività artistica e contro il rischio di emarginazione soprattutto da parte delle parti della società più fragili o “invisibili”.

Gli incontri sono organizzati a margine e come scambio di conoscenza e buone pratiche del progetto europeo “Restore” di cui “Oltre le Parole o.n.l.u.s.” è capofila e Dire Fare Cambiare partner associato, e che vedrà negli stessi giorni una serie di incontri tra formatori europei del settore di Teatro nel/per il Sociale.

Programma degli incontri

14 settembre ore 18.00: Un ponte per (buone pratiche per le città)

Ospiti: Scuola Capitale Sociale, Anziani partecipanti al progetto dal Palco al Parco, altre a sorpresa.

 

15 settembre ore 18.00 Voci di donne (l’arte come strumento di mediazione socioculturale

Ospiti:  Angela Iantosca (scrittrice e giornalista), Gilberto Scaramuzzo (docente UniRoma Tre)  Silvia Vallerani (M.A.S.C. ETS.), Elisa Ercoli (Differenza Donna).

 

16 settembre ore 18.00: Detenzione e rieducazione

Ospiti: Laura Andreini Salerno, (Ass. La Ribalta -Centro Studi Enrico Maria Salerno), Gabriella Stramaccioni (Garante Detenuti Roma), Tiziana Bergamaschi (regista Teatro Utile)

 

17 settembre ore 18.00 Bambini e giovani (nuove generazioni con nuovi problemi)

Ospiti: Nunzia Bartolomei (Vicepres. Ordine Assistenti Sociali) Fabrizio Molina (Associazione  Nessun Luogo è lontano),  Delegazione Comunità S. Patrignano

 

18 settembre ore 18.00 Diversi da chi? 

Ospiti:  Elisabetta Proietti (giornalista Redattore Sociale), Nino Pizza (Regista Compagnia “Non Tanto Precisi,) Daniela Alleruzzo (Ass. L’Arte nel Cuore), Suzana Slatovic  e Simone Di Pascasio (Teatro Buffo), Giovanni Sansone (Dirett. Resp.Contact CenterIntegrato SuperAbile INAIL), Antonella Patete  (Coord. rivista SuperAbile INAIL)

Interverrano  i partner europei del progetto Erasmus Plus RESTORE:    

Magenta Consultoria (Spagna), Pele (Portogallo), Smashing Times (Irlanda), Pro Soc Drustvo (Slovenia ), Teatr Grodzky  (Polonia)

Incontro europeo del progetto “Restore” in Italia

Dal 14 al 18 maggio a Roma si terrà il training meeting organizzato da Oltre le Parole, San Patrignano e dal nuovo parter associato: Dire-Fare-Cambiare, un progetto dell’ass. Chiave di Svolta.

Le lezioni non sono aperte al pubblico, ma si possono incontrare i partner stranieri e/o i docenti partecipando a G.A.S. (Generare Arte Sociale) di cui diciamo in altra pagina del nostro sito.

Presentiamo il nuovo partner associato in due parole, anzi in tre!

Dire Fare Cambiare è più di un motto per l’Associazione Chiave di Svolta fondata nel 2019 da un gruppo di donne professioniste del settore culturale, sociale e ambientale con l’obiettivo di promuovere la sostenibilità e l’accessibilità in Italia in campo artistico e culturale. “Dire Fare Cambiare” è il principale progetto dell’Associazione “Chiave di Svolta”.

Lo scorso 8 marzo l’Associazione ha lanciato il Manifesto per la Cultura Bene Comune e Sostenibile già firmato da moltissimi artisti, organizzazioni no profit e festival culturali. Il cuore del Manifesto è l’intento di voler cambiare narrazione rispetto alla cultura. Qualcosa che non solo intrattiene ma educa, crea cittadinanza, sostenibilità, legalità e uguaglianza.

Nel 2020 l’Associazione ha adottato culturalmente Gorgona, ultima isola carcere d’Italia

Re.S.T.O.r.e Riconoscimento professione Operatori di Teatro nel Sociale in Europa- progetto ERASMUS+

 

E’ iniziato il progetto Re.S.t.o.re a Dublino, per il riconoscimento della professione dell’Operatore di Teatro nel Sociale in Europa. Questo il link al sito ufficiale: www.restore-project.com  Il progetto è un bando ERASMUS PLUS della Comunità europea  presentato come capofila  dall’associazione Oltre le Parole (www.teatrocivile.it). Oltre all’Italia (presente anche con la Comunità di San Patrignano e l’Università Roma Tre come partners), saranno presenti associazioni e istituzioni di Irlanda, Spagna, Portogallo, Polonia, Slovenia.

 

Il progetto, iniziato nel novembre 2019, proseguirà fino ad aprile 2022.

Tra le altre cose, il progetto formerà i primi 80 S.T.O. (Operatori/facilitatori di Teatro Sociale) in Europa, di cui 20 nel nostro Paese.

Sul sito tutte le informazioni, i materiali e la newsletter.

COMUNICATO STAMPA: comunicato stampa RESTORE febbraio 2020

Nuovi corsi Operatori di Teatro nel Sociale® 2020-2021

La nostra offerta formativa è indirizzata sia a chi già lavora nell’ambito del disagio sociale (handicap psico-fisici, tossicodipendenze, carceri, minori, anziani, stranieri, etc.), sia a chi vuole avvicinarsi al settore mediante l’approccio artistico, con particolare riferimento al teatro e ad altre forme artistico-espressive e metodologie relazionali. In particolare la formazione è rivolta a: attori, insegnanti, psicologi, assistenti sociali, educatori, studenti di scienze sociali e di scienze della formazione e a tutti coloro i quali possano trovare nuove dinamiche e strumenti di relazione con i propri utenti/allievi/partecipanti tramite l’approccio ludico-teatrale.

Quest’anno, ci facciamo in 4!

Quattro corsi differenti in 3 sedi nazionali: scarica la brochure dell’offerta formativa 2020-2021, CLICCANDO QUI!volantino ots 2020-21 del 27 agosto

Operatori di teatro nel Sociale